Articles

Un’intervista con Leslie Wilcox

Il nostro “can do!”la cultura dell’isola valorizza l’intraprendenza e la cooperazione di fronte alle sfide. “Conosciamo un ragazzo” e dove trovare le cose, e hanno le abilità affinate che tūtū ci ha insegnato. Non ci aspettiamo nulla in cambio di una mano. “Se può, può; se non può, non può.”Ci siamo messi al compito.

PBS Hawai’i (KHET o KMEB chiamare lettere nella vostra guida) è la nostra stazione TELEVISIVA. Le nostre donazioni lo hanno costruito e ci serve. Ma non darlo per scontato. Paula Kerger, presidente della Corporation of Public Broadcasting nazionale senza scopo di lucro, ha recentemente applaudito il nostro ” può fare!”stazione televisiva pubblica:” Questa è veramente, direi, la stazione più eccezionale nel nostro paesecapisce cosa significa essere parte del tessuto della nostra comunità.”

“NOVA”, “Get Caught Reading”, “HIKI NŌ”, “PBS News Hour”, ” Per farla breve con Leslie Wilcox— – siamo fan! Ma quanto sappiamo della nostra stazione TV?

Coccole. Abbiamo girato le tabelle e intervistato PBS Hawai’i Presidente e CEO Leslie Wilcox. Preparati per alcuni momenti di apprendimento! E per giunta, Leslie condivide i ricordi di crescere su O’ahu-un altro motivo per cui PBS Hawai’i esprime il cuore e l’anima delle nostre isole.

I lettori della rivista Generations guardano PBS, ma potrebbero non capire come è iniziato.

LW: Bene, la televisione pubblica hawai’i risale al 1965, quando un professore dell’Università di Hawai’i istituì un’istruzione a circuito chiuso nel campus. Con il Public Broadcasting Act del 1967, l’iniziativa UH divenne membro del nuovo servizio pubblico di radiodiffusione . Nel 1969, hanno introdotto “Sesame Street.”E’ stato controverso in alcuni stati, ma Hawai’i accolto con favore il programma educativo.

Siamo stati prima situati in un angolo Mānoa inferiore vacante di UH vicino ad alcune capanne Quonset. Allora, la stazione TELEVISIVA faceva parte del governo dello stato. Più tardi, nel 1972, il legislatore statale finanziò un edificio a due piani sul sito. Fin dall’inizio, la nostra stazione televisiva pubblica ha collezionato una serie di primati Hawai’i — tra cui la prima stazione locale per fornire trasmissioni satellitari in diretta.

Tutti possono ottenere PBS su un HDTV?

LW: Sì, più via cavo, satellite o online. Serviamo la maggior parte della comunità Hawai’i gratuitamente tramite i nostri segnali di trasmissione over-the-air KHET e KMEB-comprese le comunità finanziariamente svantaggiate in cui non è redditizio per le stazioni televisive commerciali dirigere il loro segnale. Ad esempio, recentemente abbiamo rafforzato il servizio gratuito per l’estremità meridionale rurale della Big Island con risorse insufficienti. Molte persone non hanno accesso digitale e ci preoccupiamo per loro. Ecco perché trasmettiamo programmi educativi 24 ore al giorno su due canali: il nostro canale principale e PBS KIDS 24/7.

Quando i finanziamenti statali finirono nel 2000 e siamo diventati un’organizzazione privata, senza scopo di lucro, sostenuta dalla comunità, abbiamo iniziato ad affittare lo spazio che avevamo occupato a lungo a UH Mānoa. Sono entrato nel 2007. Anni dopo, a causa di esigenze di spazio, abbiamo perso l’affitto e abbiamo dovuto spostare tutte le nostre operazioni.

 Dal vecchio al nuovo, innovativo nel novembre. 2014: (LR) Neil Hannahs, ex presidente del consiglio di PBSH; Robbie Alm, allora presidente del consiglio di PBSH; Leslie Wilcox, presidente e CEO di PBSH; Victoria Cuba, ingegnere studente presso PBSH; Cameron Nekota, membro del consiglio di PBSH; Sheryl Seaman, architetto, G70; e Justin Izumi, VP, Allied Builders System.

Dal vecchio al nuovo, innovativo nel novembre. 2014: (LR) Neil Hannahs, ex presidente del consiglio PBSH; Robbie Alm, allora presidente del consiglio di PBSH; Leslie Wilcox, presidente e CEO di PBSH; Victoria Cuba, ingegnere studente presso PBSH; Cameron Nekota, membro del consiglio PBSH; Sheryl Seaman, architetto, G70; e Justin Izumi, VP, Allied Builders System.

Quando ha fatto PBS Hawai’i fare la grande mossa?

LW: Ci siamo trasferiti nel 2016, ma prima di questo, abbiamo raccolto million 30 milioni per costruire una grande nuova struttura dall’altra parte della città. Trasferimento in un primo momento sembrava una cattiva notizia e un duro colpo, ma come molti cambiamenti, ha funzionato per il meglio. Abbiamo avuto speranze, sogni, duro lavoro e un ” può fare!” atteggiamento. Come sempre,” il villaggio ” di Hawai’i nei ha offerto supporto. E avevamo un forte comitato del personale guidato da Karen Yamamoto che gestiva la mossa.

A maggio 2016, ci siamo sistemati nel nostro bellissimo edificio multimediale rivolto al futuro all’angolo tra la Nimitz Highway e la Sand Island Access Road a Kalihi Kai-il campus PBS Hawai’i Clarence TC Ching. È il miglior ambiente di lavoro che abbia mai avuto-aperto, allegro, accogliente, funzionale al massimo. Grazie al nostro formidabile consiglio di amministrazione non retribuito e al finanziamento da parte di individui, imprese e fondazioni di beneficenza Hawai’i, la struttura e il terreno sono esenti da debiti .

Siamo lieti di essere proprietari, non affittuari dell’unica società di radiodiffusione in tutto lo stato di proprietà locale. Tutti gli altri sono imprese commerciali di proprietà di grandi aziende con sede altrove.

PBS fornisce costantemente contenuti e servizi per informare, educare e illuminare i nostri compagni isolani. Raccogliamo feedback da parti interessate, spettatori e il nostro comitato consultivo della comunità indipendente in tutto lo stato.

Nuovo edificio a Kalihi Kai

Vogliamo ispirare l’apprendimento permanente fin dall’infanzia attraverso il pensionamento attivo e gli anni di età. La missione PBS Hawai’i, con i suoi pilastri di educazione e giornalismo, è una grande misura con la mia filosofia personale. L’istruzione ha certamente sollevato le mie prospettive di vita. E il giornalismo aumenta un flusso di nuove informazioni. Per più di tre decenni nel giornalismo, mi sentivo come se venissi pagato per imparare.

Alla PBS Hawai’i, i nostri valori tradizionali di integrità ed equità resistono, ma i nostri metodi e approcci sono cambiati ripetutamente nel tempo con ondate di nuove tecnologie e con cambiamenti nelle prospettive sociali. A volte, anche i professionisti dei media hanno difficoltà a gestire il cambiamento. Come ha detto l’ex CEO di Sony Howard Stringer, ” Dobbiamo tutti ricordare di non aggrapparci allo status quo molto tempo dopo che lo status ha perso il suo quo.”

Inoltre, PBS valori adattabilità e versatilità. Il nostro personale snello e dedicato ha l’energia, la creatività e il know-how per produrre una quantità significativa di contenuti locali — programmi TV settimanali e frequenti offerte online. Siamo ” può fare!” persone.

È vero che non sei finanziato dallo stato?

LW: Sì. Siamo l’unico membro delle Hawai’i del fidato servizio pubblico di radiodiffusione privato senza scopo di lucro. Un’entità nazionale correlata è la società privata senza scopo di lucro per la radiodiffusione pubblica. Distribuisce finanziamenti federali a circa 350 emittenti televisive e radiofoniche pubbliche. Questi fondi costituiscono solo il 15 per cento del nostro budget annuale. Sfruttiamo i fondi delle sovvenzioni federali PBS in molti altri dollari privati, grazie a generosi donatori individuali, aziendali e di fondazione. Per una serie di motivi, è bene avere diversi tipi di flussi di entrate. Per esempio, se un finanziatore cerca di controllare i nostri contenuti editoriali, abbiamo bisogno di stare forte — e possiamo, con altre fonti di finanziamento.

Ti ricordiamo di aver riportato notizie in onda su KGMB-TV e KHON2. Il giornalismo ti ha portato alle Hawaii?

LW: In realtà, sono nato e cresciuto a O’ahu. I miei antenati portoghesi, Joao e Faustina Fraga Silveira, navigarono qui mentre le Hawaii erano ancora una monarchia. Si erano effettivamente incontrati sulla nave, si stabilirono a Kalihi e avevano 16 figli, 13 dei quali sopravvissero all’infanzia. Uno dei nipoti era mia madre, Blanche. Durante la seconda guerra mondiale, ha incontrato Paul Wilcox, un soldato di stanza qui. Si innamorò di mia madre e Hawai’i. Papà aveva una grande voce di trasmissione e divenne uno dei primi disc jockey radiofonici di Hawai’i con uno spettacolo a tarda notte chiamato ” Midnight Owl.”In seguito ha lavorato nelle vendite radiofoniche. Sono nel mezzo di cinque fratelli. Ho frequentato la Holy Nativity School, Āina Haina Elementary, Niu Valley Intermediate e Kalani High prima di andare al college.

I tempi dei bambini piccoli venivano spesi in quelli che una volta venivano chiamati scherzosamente “i boonies”, che significa valle di Kuli’ou, con capanne Quonset qua e là, un mercato agricolo e cortili dove le famiglie coltivavano verdure e fiori. Kuli’ou’ou era l’ultima valle residenziale nell’est di Honolulu. Da bambino, ricordo i bulldozer rosa che rintracciavano l’autostrada Kalanianaole per costruire l’enorme nuova comunità di Hawaii Kai marina di Henry Kaiser intorno all’antica peschiera hawaiana, Kuapā. Pink era la signora. Il colore preferito di Kaiser. Ricordo ancora le terre scarsamente insediate, punteggiate qua e là di piccole fattorie.

Mio fratello maggiore Pat e io attraversavamo l’autostrada, guadavamo un piccolo isolotto e fingevamo di essere naufraghi dell’isola.
Quando i pescatori abbandonarono le teste di aku fresche lì, organizzavamo combattimenti con la spada aku-head. E abbiamo giocato con i cetrioli di mare, che spruzzavano acqua di mare. Ragazzi stupidi. Non lo farei oggi.

In alta surf, onde rotolato attraverso la strada nella peschiera. Il risucchio ha lasciato triglie arenate sulla terra. Noi ragazzi eravamo lì per prenderli e orgogliosamente prendere un “pescato fresco” a casa per la cena!

Libertà e finzione sono tesori di un’infanzia hawai’i del dopoguerra.

LW: Il mondo era certamente un posto più sicuro; i bambini del baby boom si tenevano occupati e potevano vagare. Il sabato, le nostre madri potrebbero dire, ” Basta fare in modo di tornare a casa prima del tramonto. E non disturbare nessuno o mettersi nei guai.”Non sono necessari cellulari o bottiglie d’acqua.

Quando ero ancora alle elementari, la mia famiglia si trasferì nella nuova suddivisione della Niu Valley, allora considerata una comunità della classe media. Ero più vecchio e ora le nostre esplorazioni keiki coinvolti strisciando in tubi di lava di montagna, immersioni reef per cercare anguille fori e un sacco di skateboard lungo le strade ripide. Ho le cicatrici per dimostrarlo.

Ho imparato a navigare con la vecchia tavola fatta in casa del mio amico David e mi sono divertito nella libertà. Abbiamo anche navigato spiaggia Kawaikui. Quando abbiamo avuto sete, ci tuffammo e bevemmo acqua fresca che scorreva attraverso le tasche nella sabbia. I lavori autostradali
hanno fermato il flusso di acqua artesiana. Anche il molo di Niu è scomparso da tempo. Bei ricordi.

Qual è stato il tuo primo lavoro dopo il liceo?

LW: Cameriera presso il vecchio negozio di snack sul terreno del Royal Hawaiian Hotel. La mia uniforme rosa aveva un grande fiocco nella parte posteriore stirato con amido da Chinatown; era difficile come una tavola.

Ho vinto una borsa di studio di giornalismo alla USC, ma poco prima del diploma di scuola superiore, i miei genitori divorziarono e la bancarotta seguì. Sono rimasto a casa per aiutare a mantenere la famiglia. Fortunatamente, sono stato in grado di pagare e frequentare UH Mānoa dopo che l’Honolulu Star-Bulletin, allora il più grande giornale delle Hawaii, mi ha dato un lavoro di commissione. Sorprendentemente, si è trasformato in una posizione di reporting a tempo pieno quando avevo appena 19 anni. Sono sempre grato ai miei ex colleghi Star-Bull, che a volte hanno preso in giro ma hanno anche generosamente aiutato un rookie imbarazzante.

C’erano altri mentori lungo la strada?

LW: Ho avuto troppe guide e mentori da menzionare, e rimangono nel mio cuore. Alcuni hanno offerto una guida, altri hanno insegnato con l’esempio in un momento critico. Ho imparato da “the village” che ho conosciuto come giornalista — in molte località in tutto lo stato e in circostanze stressanti, dolorose o addirittura pericolose.

Ho anche imparato dalla lettura. I libri aprono storia, contesto, nuove idee, altri mondi, voli di fantasia e conoscenza di come funzionano le cose. Non ho viaggiato al di fuori delle Hawaii fino all’età di 16 anni (per un concorso di giornalismo), ma attraverso la lettura, avevo già attraversato i continenti, sono tornato indietro nel tempo e ho visto il futuro. La lettura continua a informare la mia scrittura ed espandere la mia comprensione.

Inoltre, i miei membri della famiglia allargata sono attenti e curiosi. “Mi chiedo perché…” era un inizio comune di una frase. Non era un interesse pettegolo o ficcanaso. La domanda collega le cose alla storia, alla scienza o alla comunità. Questa curiosità ha coltivato anche il mio senso di meraviglia. Quando avevo 15 anni, ho studiato l’acquisto di un grande appezzamento di terreno nel nostro quartiere — mi chiedevo chi l’ha comprato e come potrebbe influenzare la vita nella zona. Vieni a pensarci bene, che era abbastanza niele !

Sembra che tu sia stato tagliato per essere un reporter. Com’è stata la transizione alla televisione?

LW: La prima cosa che ho imparato in TV è che la percezione è la realtà. Il mio background giornale mi ha insegnato come raccogliere e scrivere notizie. Ma ero pietoso presentare notizie sulla macchina fotografica. Se si segnala con una voce tremante, gli spettatori stanno andando a pensare qualcosa è traballante circa il vostro rapporto, troppo!

Il direttore di KGMB-TV news e icona Bob Sevey mi aveva reclutato, sapendo che non avevo esperienza televisiva. Gli ho detto che mia madre pensava che guardassi e suonassi goffo e insicuro, e gli ho chiesto il suo consiglio professionale. La sua candida,
risposta vecchia scuola: “Wilcox, ci arriverai. Faresti meglio-questo è un affare lavandino-o-nuotare.”

Non sono cresciuto guardando i modelli di ruolo delle donne nei notiziari televisivi. Gli uomini dominavano il business. Fortunatamente, tre donne di talento stavano navigando con successo nella redazione: Linda Coble, Bambi Weil (che in seguito divenne giudice Eden Hifo) e Carolyn Tanaka. Finalmente, ho ottenuto insieme decidendo semplicemente di essere me stesso. Ho immaginato la mia cara zia no-nonsense e il mio insegnante di matematica preferito, il signor Charles Hirashiki, guardando a casa — e ho consegnato loro la notizia. Ha funzionato.

Dopo aver masterizzato la trasmissione, cosa ti ha spinto a prendere il timone di PBS nel 2007?

LW: L’attrazione magnetica di PBS Hawai’i era ed è ancora questo: è di proprietà locale e gestito localmente per servire gli altri isolani. Arricchiamo gli altri raccontando autentiche storie del Pacifico e aprendo finestre sul mondo. Volevo far parte di questa missione.

Un equivoco sui media pubblici è che il “pubblico” sta per governo. In realtà sta per te e me, e tutta la nostra comunità. Dopo 13 anni, ancora sono stupito e ispirato da persone che ci inviano denaro per continuare a fare quello che stiamo facendo.

Mi piace lavorare per un’organizzazione locale con forti alleanze nazionali e internazionali attraverso la radiodiffusione pubblica. Eppure, i nostri membri volontari del consiglio e il personale professionale vivono nelle isole. Siamo accessibili e responsabili.

Alcuni dei nostri sponsor scelgono di condividere con gli altri qualcosa che apprezzano profondamente. I tuoi lettori potrebbero non sapere che i nonni di Maui Jim e Susan Bendon di Sprecklesville sponsorizzano le lezioni di Daniel Tiger per tutti i figli di Hawai’i. La professoressa in pensione Belinda Aquino continua a fornire istruzione a tutti noi sottoscrivendo trasmissioni di “Natura” e ” NOVA.”Rick Nakashima di Ruby Tuesday restaurants sostiene l’iniziativa di alfabetizzazione” Get Caught Reading”. Non riesco a immaginare un lavoro migliore.

Quali sono stati i cambiamenti più importanti che hai apportato a PBS quando hai iniziato?

LW: Sono venuto con un profondo rispetto per ciò che questa stazione aveva già raggiunto, ma la tecnologia dei media e le capacità stavano cambiando rapidamente, così ho incoraggiato una cultura aziendale che ha accolto nuove competenze. Quindi è necessario reagire e rispondere rapidamente in questi tempi in rapida evoluzione, quindi ho adottato una struttura organizzativa “piatta” che consente alle informazioni provenienti da fonti diverse di muoversi rapidamente attraverso l’organizzazione.

Che ci porta a ” Lunga storia breve con Leslie Wilcox.”Come fai a convincere i tuoi ospiti a rivelare così tante nuove informazioni?

PBS creative media executive Robert Pennybacker ha sviluppato

PBS creative media executive Robert Pennybacker ha sviluppato “HIKI NŌ” e “Hawai’i’s New Wave Storytellers.”Ha iniziato a contattare insegnanti in scuole pubbliche, private e charter, e li ha seguiti nel giornalismo e nella produzione di video. Gli insegnanti addestrano abilmente i loro studenti a scrivere e produrre le proprie storie. Le competenze saranno utilizzate di nuovo nella scuola, nella vita e nel lavoro — dalla comunicazione orale e scritta, alla tecnologia dei media e al pensiero critico al lavoro di squadra, alla collaborazione e alla perseveranza. “HIKI NŌ”, la rivista video presenta le prospettive degli studenti, trasmesse attraverso uno storytelling responsabile e creativo. “HIKI NŌ” va in onda alle 19:30 di giovedì. Durante la chiusura delle scuole COVID-19. gli studenti hanno ruotato e continuato a riferire da casa con storie sulla vita all’ombra della pandemia. Ogni storia è concepita, scritta, riportata, registrata, editata e prodotta dagli studenti.

LW: Quando le persone sanno che si desidera sinceramente conoscere loro e le loro opinioni, di solito è più facile per loro rilassarsi ed esprimersi. Nel mio intestino è sempre la domanda” Mi chiedo perché o come”, ma l’ascolto attivo è quello che faccio principalmente Non sto pensando alla mia prossima domanda mentre l’ospite sta rispondendo alla domanda corrente.

Che ne dici dei meravigliosi forum e discussioni? Questo è più che ascoltare.

LW: Siamo qui per porre le domande che le persone a casa vogliono risposte. PBS Hawai’i prende un ” può fare!”approccio per convocare voci diverse e mantenere una discussione rispettosa. Offriamo una cassetta di sicurezza, spazio di fiducia in cui i membri della comunità con opinioni opposte possono essere ascoltati. “Approfondimenti su PBS Hawai’i, “” KĀKOU: Il Municipio delle Hawai’i ” e ” Cosa ci vorrà?”sono forum di discussione. I nostri moderatori, Daryl Huff, Yunji DeNies e Lara Yamada, sono a loro agio con persone con opinioni contrastanti, e sanno che se le conversazioni possono essere mantenute civili e persino rispettose, c’è una migliore possibilità che le persone si sentano davvero e trovino un terreno comune.

Gridare sugli altri, insultare e svergognare in pubblico contrasta con i valori dell’isola. Alla PBS Hawai’i, vogliamo mantenere le cose reali e allo stesso tempo rispettose, non partigiane e giuste.

* * *

Leslie, ringraziamo te, il tuo consiglio di amministrazione dedicato e l’intera famiglia PBS Hawai’i per aver condiviso questo look interno — e siamo molto grati per tutto quello che fanno. Ho imparato molto di più su PBS Hawai’i — e tutto il lavoro che va nella creazione e fornitura di noi meraviglioso, programmi di alta qualità. Andando avanti, incoraggio i nostri lettori a unirsi a me e sostenere PBS Hawai’i comunque possiamo. Dopo tutto, è la nostra stazione televisiva! “Può fare!”

Per saperne di più su PBS Hawai’i, visita www.PBSHawaii.org e www.wikipedia.org. Non dobbiamo aspettare per donare — online possiamo dare un regalo una tantum o abbonarci per fare donazioni mensili tutto l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.