Articles

Kenny Stills dei Dolphins:’ Dobbiamo far capire alla gente cos’è il razzismo ‘

Il wide receiver Kenny Stills è alla sua quinta stagione NFL, la sua terza con i Miami Dolphins. Mentre la maggior parte dei giocatori NFL in gran parte marcia indietro sulla protesta durante l’inno nazionale la scorsa settimana, Stills era tra i tre giocatori Delfini che sono rimasti di sfida. Ispirato dall’ex quarterback dei San Francisco 49ers Colin Kaepernick, che la scorsa stagione ha acceso una discussione nazionale in corso sulle relazioni razziali prima sedendosi e poi inginocchiandosi durante l’inno nel tentativo di attirare l’attenzione sull’oppressione delle persone nere e marroni negli Stati Uniti, Stills ha svolto un notevole lavoro fuori dal campo nel sud della Florida nella speranza di migliorare il rapporto tra polizia e comunità afroamericana. Stills è anche un leader nel nuovo movimento per i diritti civili ancora in evoluzione che è diventato tanto una parte della NFL quanto la riproduzione dell’inno stesso. Dopo la pratica mercoledì presso la struttura Dolphins a Davie, Florida, Stills si sedette con l’imbattuto per condividere la sua storia.

Questo è molto importante per me. Se non lo fosse, non avrei fatto le cose che ho cercato di fare. Sono stato decisamente frustrato. Ho avuto un sacco di emozioni, quasi un sacco di cose che ho visto, su quello che sta succedendo là fuori. Quando si vedono alcuni dei problemi che abbiamo nel paese , e le cose che sono successe, tutte le persone dovrebbero essere frustrati e vogliono che le cose migliorino. Tutti dovrebbero voler vedere un cambiamento positivo. Tutti dovrebbero voler fare tutto il possibile per venire insieme. E in una lega a maggioranza afroamericana, queste sono questioni molto importanti per la nostra comunità.

Quando ho visto cosa ha fatto Colin, sì, ho sentito che doveva essere supportato. E ‘ per questo che l’ho fatto anch’io . Ma c’è molto di più che voglio fare. Ecco perche ‘ l’ho fatto . Ecco perche ‘sono andato la’ fuori e ho parlato con la polizia per vedere cosa possiamo fare per migliorare le cose. C’è stato così tanto di esso , voglio cercare di aiutare a riunire le persone. Dovremmo tutti volere più unità. Con tutto quello che abbiamo cercato di fare nella comunità e con la polizia, penso che stiamo facendo la differenza.

Quando si arriva là fuori e incontrare persone e farli parlare e cercando di lavorare sui problemi reali, si può iniziare a vedere le cose positive accadendo. Se si può iniziare a cambiare le idee, o semplicemente convincere la gente a stare più a suo agio intorno a vicenda, che è vero progresso. Questo non significa che ti fermi e basta. Non puoi smettere di lavorare. C’è ancora un sacco di lavoro da fare. Sai che non arriveremo dove dobbiamo essere in fretta. Ci vorra ‘ del tempo. Lo sai. Ma cerchi solo di fare il possibile per continuare a fare la differenza perché sai quanto sia importante.

Ovviamente, devi fare il tuo lavoro. Sai di avere questa grande piattaforma perché sei un giocatore NFL. Ci sono alcuni grandi giocatori e grandi allenatori, solo grandi persone nella NFL, ma c’è anche un negativo con la NFL a causa dei problemi in cui alcuni ragazzi sono entrati e siamo famosi. Quindi funziona in entrambi i modi.

Con le proteste, alcune persone hanno preso fuori contesto. Ma con il lavoro che alcuni ragazzi stanno cercando di fare ora, penso che rifletta bene sullo scudo. So di essere molto orgoglioso di giocare nella NFL. So di essere orgoglioso di fare tutto quello che ho fatto in campionato e contribuire alla mia squadra. Tutti vogliono fare bene ed essere pagati . Devi farlo per restare qui. Ma ci sono altre cose importanti. Si può capire che, fare il vostro lavoro e anche cercare di rendere le cose migliori per tutti .

La NFL ha una piattaforma così grande. E sappiamo se la NFL sostiene qualcosa, se sostiene un ente di beneficenza o una causa in cui crede, sappiamo quanta attenzione ricevono queste cose. La lega sostiene così tante cose. La lega reagisce a tante cose e poi agisce per aiutare. E ‘ fantastico. Ma la lega non ha reagito rapidamente a quello che stiamo facendo. Sta iniziando a reagire ora perché le persone stanno rinunciando alla loro DirecTV e ai loro abbonamenti. Ora, la lega è agitata. C’è preoccupazione là fuori a causa della reazione dei fan. Quindi la lega vuole provare a fare qualcosa. C’è un dialogo ora sul perché questi problemi sono importanti per noi e su cosa vorremmo vedere accadere. Ma non doveva arrivare a questo. Questo avrebbe potuto essere evitato fin dall’inizio.

Sono orgoglioso di quello che i ragazzi hanno fatto di recente in piedi per noi stessi. Puoi vedere che facendo quello che abbiamo fatto, la conversazione che è stata avviata, ha portato al potenziale di qualcosa che accade con la lega per aiutarci. Non importa cosa succede con la lega, dobbiamo ancora andare avanti. Quello che sto cercando di fare qui nella comunità non è solo aiutare con i rapporti tra comunità e polizia. Sto cercando di aiutare con i rapporti razziali in generale.

Dobbiamo convincere la gente a capire cos’è il razzismo. Sembra semplice, ma molte persone non capiscono davvero di cosa si tratta e come influisce sulla vita delle persone. Dobbiamo convincere le persone a diversificare i loro gruppi di amici. Se siamo in grado di ottenere più persone insieme di razze diverse, background diversi, possiamo aiutare a costruire quelle relazioni e iniziare a capirsi. Comprendendo le prospettive di altre persone, forse alla fine mostrerai un certo tipo di empatia per le loro esperienze e da dove provengono. Inizieremo a provare a farlo nel nostro edificio. Ci sono alcuni esercizi che faremo con RISE qui, e poi vediamo se possiamo usare alcune cose che impariamo per aiutare nella comunità. Si tratta di fare questo sforzo in ogni modo possibile.

Quando ho messo che là fuori su più ragazzi che non supportano Kaepernick, ero frustrato, ero curioso. C’erano molte emozioni diverse che provavo. Stavo davvero mettendo che là fuori per gli altri giocatori. E non ho ricevuto alcuna risposta dai giocatori perché, beh, chi lo sa? So che l’hanno visto. Sappiamo che ci sono problemi. Non c’è dubbio. Quindi se non fai niente, è solo perché pensi di non poter cambiare nulla? Non possiamo avere questo atteggiamento.

E ‘ frustrante che ci vuole il presidente a venire fuori e ci chiamano singhiozzi o qualsiasi altra cosa per le persone a stare in piedi per se stessi. Quando questa storia ha iniziato ad accadere con Kaepernick, avremmo dovuto essere tutti lì per coprirlo. Ogni quarterback, ogni difensore che ha giocato contro di lui, tutti, avrebbero dovuto essere lì per dire qualcosa a sostegno. Se fosse successo, forse tutta questa storia avrebbe potuto andare in un altro modo. Chissà cosa sarebbe successo? L’unico tweet che ero frustrato che non è stato menzionato molto è stato quello in cui ho chiamato anche il campionato. Che tu sia d’accordo o in disaccordo con ciò che Kaepernick ha fatto, ha aperto gli occhi di molte persone. Non puoi negarlo.

Jason Reid è lo scrittore NFL senior all’Imbattuto. Gli piace guardare lo sport, specialmente i giochi che coinvolgono suo figlio e sua figlia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.