Articles

Il magnate armeno espande il settore tessile

Samvel Aleksanian, un ricco uomo d’affari che è stato per anni strettamente legato agli ex leader dell’Armenia, ha inaugurato tre nuove fabbriche tessili alla presenza del primo ministro Nikol Pashinian venerdì.

I pashiniani hanno visitato la loro sede a Yerevan, accogliendo l’espansione dell’attività tessile di Aleksanian lanciata per la prima volta alcuni anni fa. Ha detto che il governo armeno è pronto ad aiutare nella sua ulteriore crescita ” nel quadro dei suoi strumenti giuridici.”

Una dichiarazione del governo sulla partecipazione di Pashinian alla cerimonia ha detto che le nuove fabbriche impiegano circa 1.000 persone e che Aleksanian prevede di creare altri 2.000 posti di lavoro lì. Il tycoon si aprirà anche a due impianti simili al di fuori di Yerevan il prossimo anno, ha detto la dichiarazione.

Aleksanian, 51 anni, è uno degli uomini più ricchi dell’Armenia che ha a lungo controllato le importazioni lucrative di zucchero, olio da cucina e altri prodotti alimentari di base nel paese. Possiede anche la più grande catena di supermercati del paese.

Aleksanian, che è comunemente noto come “Lfik Samo”, aveva stretti legami con l’ex presidente Serzh Sarkisian e il suo Partito Repubblicano dell’Armenia (HHK). È stato deputato del parlamento che rappresenta l’HHK da 2003-2018, svolgendo un ruolo importante nelle campagne elettorali del partito.

Armenia-Il presidente Serzh Sarkisian (L) assegna una medaglia di stato all’uomo d’affari Samvel Aleksanian a Yerevan, 26 settembre 2015.

I politici e i media dell’opposizione per anni hanno affermato di godere di un trattamento privilegiato da parte del governo in cambio di guadagnare molti voti all’HHK e Sarkisian nel distretto Malatia-Sebastia di Yerevan, la sua roccaforte. Il distretto dei colletti blu era noto per l’acquisto di voti, la violenza e altre irregolarità legate alle elezioni riportate dai media armeni.

Pashinian ha ripetutamente criticato l ‘ “oligarca” quando era in opposizione al precedente regime. A marzo 2016, ad esempio, ha accusato il parlamento che Aleksanian potrebbe eludere “decine di milioni di dollari” in tasse attraverso uno schema di frode permesso da Sarkisian. Aleksanian ha negato tali affermazioni.

Aleksanian disertò dalla fazione HHK nell’ex parlamento armeno nel giugno 2018 poco più di un mese dopo che Sarkisian fu rovesciato nella “Rivoluzione di velluto” guidata da Pashinian. Da allora non è stato apertamente coinvolto in alcuna attività politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.