Articles

I sei livelli di pensiero

La tassonomia degli obiettivi educativi di Bloom spiega che il processo di pensiero coinvolge in realtà diversi livelli. I neonati e i bambini piccoli usano principalmente i primi due livelli, ma per età 3 i bambini possono usare tutti e sei.

1. La raccolta di conoscenze consiste nell’acquisire informazioni di base. Chiedere ai bambini di identificare e descrivere gli oggetti incoraggia a pensare a questo livello.

2. Comprendere e confermare implica guardare al significato della conoscenza che è stata raccolta e trarre conclusioni da essa. Una buona domanda per incoraggiare questo livello di pensiero potrebbe essere, ad esempio, “La spugna gialla galleggia. E le altre spugne?”

3. L’applicazione comporta l’utilizzo di ciò che è stato appreso in nuove situazioni. Chiedere ai bambini di considerare un fatto appena appreso mentre costruiscono o fanno qualcosa può favorire questo livello di pensiero.

4. Analizzare implica pensare a un intero in termini di sue varie parti. Puoi incoraggiare questo livello di pensiero chiedendo ai bambini quali materiali potrebbero essere utilizzati per un particolare progetto di classe.

5. La sintesi consiste nel mettere insieme le parti per formare un tutto. Chiedere ai bambini come utilizzare una serie di materiali per creare qualcosa, ad esempio, invita a pensare a questo livello.

6. Valutare comporta fare confronti e giudizi. Puoi incoraggiare questo livello di pensiero chiedendo ai bambini quale dei materiali che hanno usato ha funzionato meglio.Per saperne di più su questi sei livelli di pensiero, vedi Tassonomia degli obiettivi educativi di Benjamin S. Bloom (Longman).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.