Articles

Guida ai cambiamenti climatici: cosa prevedeva lo storico “Charney Report” e nessuno lo ascoltava?

esperti simulato gli effetti dell’aumento di CO2 su modelli tridimensionali di circolazione atmosferica, e anche tenendo conto delle molte incertezze nella loro proiezioni, come quelle relative al funzionamento dell’economia mondiale, chiaro che se avessero raddoppiato le emissioni inquinanti comporterebbe “un significativo riscaldamento globale tra il 2° e 3°”. Gli studi moderni confermano che sono bastanti.

Hanno anche segnato le loro incertezze sull’aumento del calore oceanico. Il documento ha osservato che ” è molto probabile che la capacità degli oceani più profondi di assorbire il calore sia stata seriamente sottovalutata.Se questo è il caso, il riscaldamento avverrà ad un ritmo più lento, fino a quando queste acque intermedie raggiungono una temperatura alla quale non possono più assorbire calore.”

Ha inoltre avvertito che”riducendo l’estensione delle foreste del mondo e aumentando la superficie dei terreni agricoli, l’uomo ha anche trasformato il carbonio negli alberi e la materia organica del suolo in CO2″.

Charney morì nel 1981, quando il rapporto conciso e diretto, di appena venti pagine, non aveva raggiunto l’impatto sociale e politico previsto. Ma oggi è considerato uno dei primi documenti che anticipavano più chiaramente il fenomeno.

L’ABC del cambiamento climatico

Circolazione generale: Movimenti su larga scala dell’oceano e dell’atmosfera a seguito di vari gradi di riscaldamento causati dalla rotazione della Terra, che tendono a ripristinare l’equilibrio energetico del sistema attraverso il trasporto di calore.

Un coltello in Antartide

ghiacciaio antartide.jpg
 I ghiacciai contengono immense riserve di acqua dolce.

I ghiacciai contengono immense riserve di acqua dolce.

NASA

Un nuovo studio ha scoperto che l’acqua di fusione potrebbe minare circa il 60% delle pareti di ghiaccio detenute dai ghiacciai dell’Antartide.

Un fatto allarmante, poiché questi giganti, profondi alcune centinaia di metri, fungono da dighe per impedire che la maggior parte dei ghiacci del continente fluisca nell’oceano, e una rottura generalizzata potrebbe causare un significativo aumento del livello del mare. Se fossero vulnerabili al processo noto come hydrofracturing, in cui l’acqua antigelo filtra nelle fessure della piattaforma, potrebbero collassare.

“Questa acqua di fusione è più pesante del ghiaccio, quindi può penetrare attraverso l’intero spessore del ghiaccio, come un coltello”, ha detto a Reuters lo scienziato del clima Ching-Yao Lai della Columbia University.

Il nuovo studio ha utilizzato l’intelligenza artificiale per identificare le caratteristiche della frattura del ghiaccio in quasi 260 immagini satellitari provenienti da 50 piattaforme del continente ghiacciato.

E un giorno… Greta è tornata a scuola

greta school.jpg
 La giovane svedese ha festeggiato il suo ritorno a scuola.

La giovane donna svedese ha celebrato il suo ritorno a scuola.

@GretaThunberg

Greta Thunberg, la famosa attivista svedese per il clima, è tornata a scuola. “Il mio anno sabbatico da scuola è finito e ci si sente così bene per essere finalmente tornato!ha twittato.

A capo di un movimento di protesta giovanile globale, il suo anno è stato tutt’altro che pacifico: è stata eletta Persona dell’anno della rivista Time, ha parlato al World Economic Forum di Davos e al vertice sul clima COP25 di Madrid. La richiesta, sempre la stessa: che i governi di tutto il mondo agiscano per salvare il pianeta dal riscaldamento globale.

Il suo ultimo incontro prima di tornare a scuola non è stato altro che con il cancelliere tedesco, Angela Merkel, a cui ha chiesto di accelerare le azioni per combattere l’emergenza climatica.

Chiave come l’Unione europea definisce la portata di come “verde” il suo piano di ripresa economica per coronavirus post-pandemia sarà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.