Articles

Come correre come un keniano – Parte seconda: Dieta

Il cibo che mangiamo è usato come combustibile in modo da poter fare le cose che vogliamo. Conl’enorme varietà di opinioni su ciò che rende una “buona dieta” e l’aumento della”dieta di moda”, è facile mettere la nutrizione nel cestino troppo duro. Qui a SportsLab, mentre al momento non abbiamo un dietista nel nostro team immediato, le nostre esperienze di lavoro al fianco di questi professionisti ci hanno portato ad avere la certezza che il cibo che mangiamo è importante per il nostro benessere e le nostre prestazioni.

Mentre lavoravo e mi allenavo in Kenya, ho osservato un tipico runnersdiet keniota. La dieta locale è per lo più vegetariana, principalmenteperché mangiare vegetariano è facile. La carne è aluxury e fagioli / verdure sono a buon mercato e facilmente reperibili. Mentre alcuni meatwas disponibili (capra o pollo), l’assunzione era rara. La dieta era carboidratapesante con verdure e cereali che sono la fonte dominante. Mentre havingbeans e avocado erano comuni, la quantità di proteine e grassi disponibili wereless che se avessi una dieta costante di carne. Ho sperimentato con la dieta avegetarian di nuovo in Nuova Zelanda quindi questo non era nuovo per me, ma avere alternative lessavailable era una lotta, a volte.

Il cibo fresco che abbiamo mangiato dipendeva molto dalla disponibilità di esso sul mercato. Ciò ha reso spesso difficile ottenere la giusta quantità di nutrienti necessari per sostenere il fabbisogno energetico per vivere in quota per un lungo periodo di tempo. Avremo un blog che esce in futuro parlando un po ‘ di più aboutthis, in modo da mantenere uno sguardo fuori!

Kenioi corridori mangiano la dieta keniota perché è ciò che è a loro disposizione. Non è tanto una scelta deliberata, è allevata dalle circostanze. Quindi la domanda è: abbiamo bisogno di mangiare come un keniano per correre come un keniano? Questo è un argomento complesso e controverso. Il rischio della “dieta keniana” è che Lei maynot ottiene la macro richiesta e micronutrienti che sono necessari per sostenere requisiti di yourenergy che sono richiesti dal Suo carico di formazione e ambiente.Se questo continua per un periodo allungato di tempo c’è un potenziale forongoing problemi come perdita di peso, bassa energia, mancanza di sonno su lesioni.

Ci sono molte ragioni per cui la dieta keniana funziona per loro, sono cresciuti sullo stessodieta e questo è stato il caso per generazioni. Per quelli di noi che vivono nel mondo di thewestern, cambiando drasticamente la nostra dieta può essere difficile su noi sia mentallyand fisicamente come il corpo ha bisogno di tempo per adattarsi e adattarsi ai nutrienti wefeed esso. E ‘ importante notare che la dieta che molti dei keniani mangianon potrebbe essere la dieta ottimale per loro, ma è il meglio di ciò che è availableto loro. Differenziare fra che cosa sarebbe considerato “la dieta perfetta” per i corridori di resistenza e confrontarlo ai corridori di resistenza che hanno limitedresources o restrizioni è un punto importante di discussione con nutrizione asit fa l’argomento essenziale che con cibo, è diverso per everyoneand trovando l’equilibrio tra macronutrienti e micronutrienti ischallenging.

Cosìmentre i corridori kenioti hanno indubbiamente talento, non raccomandiamo assolutamente che tutti dovrebbero incorporare questa dieta nel proprio piano di formazione. Semplicemente, il cibo è carburante. Eatwell e assicurarsi che si stanno ottenendo abbastanza per le esigenze che si mette sul tuo corpo.E se hai qualche dubbio, o hai richieste di energia particolarmente elevate, consulta dietista.

Butif si voleva avere un assaggio di un fiocco nella dieta keniana si potrebbe provare therecipe qui sotto. Chapati è una delle prelibatezze locali e spesso accompagnacolazione, pranzo e / o cena.

Come cucinare Chapati

Di cosa avrai bisogno:

2 e 1/2 Tazze di Farina (Più un extra per l’impasto e spolverare)
2 Cucchiai di Olio
1 cucchiaino di sale, sapore
1 cucchiaino di zucchero qb
Olio per friggere
Rolling stick
1 tazza di Acqua calda

1. In una ciotola mettere 2 1/2 tazze di farina, aggiungere sale e zucchero
2. Aggiungere 1 tazza di acqua calda
3. Mescolare la farina e l’acqua per formare una pasta spessa
4. Aggiungere più farina per renderla più spessa, se necessario

5. Applicare i 2 cucchiai di olio sull’impasto una volta raggiunta la giusta estensibilità ed elasticità
6. Coprire l’impasto per 30 minuti. Questo fa riposare la pasta chapati e stenderla diventa molto facile
7. Una volta che i 30 minuti sono finiti, rotolare la pasta chapati in piccola palla in base al numero di chapati che si desidera fare
8. Spalmare ogni pallina di pasta chapati con un mattarello di legno in una focaccia circolare aggiungendo la farina dove necessario in modo da evitare che il pane si attacchi alla superficie
9. Scaldare l’olio in una padella e friggere ogni chapati
10. Metti il tuo chapati cotto in un contenitore coperto. Servire dopo 20 minuti con un pasto a scelta.

terapia di massaggio auckland

Circa l’autore: Luke McCallum è un terapista di massaggio del laboratorio di sport ed il responsabile di eventi. Proveniente dal ‘Naki’, una passione per la corsa e l’aria aperta è nel suo sangue. Luke pone l’accento sull’assistenza sanitaria preventiva e crede nell’importanza di un approccio sfaccettato al trattamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.